Redazione del Piano stralcio di bacino per l'assetto idrogeologico, ai sensi del decreto legge n. Questo Assessorato, in forza dell'art. Detto Piano stralcio per l'assetto idrogeologico di seguito chiamato P. I comuni che non abbiano ancora richiesto eventuali modifiche al piano straordinario, ai sensi dell'art. Per quanto precede, gli enti interessati di cui sopra dovranno inoltrare agli uffici del Genio civile competenti per provincia e, per conoscenza, al servizio 9 dell'Assessorato regionale del territorio e dell'ambiente, in relazione anche a quanto previsto dal decreto n.

Gli studi e le informazioni a corredo delle istanze dovranno consentire la perimetrazione delle aree interessate da dissesti per potere attribuire il livello di rischio R1, R2, R3 ed R4, secondo le direttive discendenti dal D.

Al fine di potere rispettare la fase tre prevista dal predetto D. A far data dalla presente, le richieste di aggiornamento delle perimetrazioni delle aree a rischio contenute nel piano straordinario, dovranno riguardare l'intero territorio comunale ed essere corredate dalla documentazione di cui alla circolare n.

Dovranno, inoltre, essere accompagnate anche da apposita scheda informativa, avente valenza di documento, sugli interventi da porre in essere, in relazione al dissesto, che riporti una stima di massima del loro costo. Conseguentemente, l'atto d'indirizzo e coordinamento definisce quattro classi di rischio:.

Nel caso in cui si tratti di eventi accaduti la delimitazione dell'area interessata dall'evento e la rilevazione dei danni subiti rendono abbastanza facile la valutazione del livello di rischio. Gli elementi della matrice individuano i valori di magnitudo per i diversi "incroci" possibili. R1 Rischio moderato: per il quale i danni sociali, economici e al patrimonio ambientale sono marginali.Il Codice della strada disciplina art. Tale indirizzo - anche in relazione al credito di servizi che ne deriva si tratta pur sempre di introiti da destinare ad interventi finalizzati alla sicurezza della circolazione e alla tutela dell'ambiente - risponde ai principi di efficienza, di efficacia e di adeguatezza dell'azione amministrativa in relazione agli scopi sociali demandati alla competenza di un Comune.

Per poter continuare a fruire dei nostri contenuti senza interruzioni dovrai disattivare il tuo ad blocker per questo dominio. Se non sai come fare, qui troverai le istruzioni. Incidenti e danni al patrimonio pubblico: "Una proposta ai Comuni per risparmiare". Dramma in mare, annega un ragazzo. Prima vittima del mare nell'estate annega bagnante 54enne di Campobasso a Termoli.

Il dramma del 30enne annegato al porto di Termoli. Conferenza stampa dell'estate a Campomarino Lido. Vite in circolo: 75 anni di Acli. Esercenti protestano in via Molise. Facebook Twitter. Altre news. Imbrattano il nuovo lungomare Nord. Gallerie fotografiche Video. Meteo Volantini Strumenti di segnalazione Certificati.Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie.

Se disabiliti questo cookie, non saremo in grado di salvare le tue preferenze. Per prima cosa abilita i cookie strettamente necessari in modo che possiamo salvare le tue preferenze! Maggiori informazioni Privacy e cookie Policy.

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza sul nostro sito web. Privacy Questo sito Web utilizza i cookie per consentirci di offrire la migliore esperienza utente possibile. Puoi regolare tutto le impostazioni dei cookie navigando le schede sul lato sinistro. Cookies necessari Cookie strettamente necessari devono essere abilitati in ogni momento in modo che possiamo salvare le tue preferenze per le impostazioni dei cookie. Il mantenimento di questo cookie abilitato ci aiuta a migliorare il nostro sito web.

Cookie Policy Maggiori informazioni Privacy e cookie Policy. Abilita tutto Save Settings.Due persone sono decedute in casa a Pellestrina. I danni al patrimonio culturale. Ma anche danni al piano terra di Palazzo Ducale, sede della soprintendenza, acqua nelle Procuratie Vecchie e in quelle Nuove, acqua nel Museo Napoleonico.

Al momento non si registrano problemi per le collezioni museali, ma solo danni agli impianti elettrici e idraulici e alle superfici. Danni ingenti a diverse sedi. Uno scenario che ci preoccupa anche per le prossime ore. In montagna sta nevicando e le temperature si stanno alzando. Particolarmente colpiti Venezia, Pellestrina e tutta la zona del litorale. Da jobsnews.

La Riqualificazione Energetica in Edilizia - Integrale 03/04/2019

Leggi: acqua alta danni Mose venezia. La vita mancata. Regia di Armando Punzo. Il programma di trentaannidifortezza.

Collaboratori del Messaggero, il direttore Massimo Martinelli segnalato al Consiglio di disciplina. Forum su Coronavirus e informazione ParoleNonPietre. Per i giornalisti e non solo. Facebook Articolo Ventuno. Twitter Tweets by Artventuno. Sostieni Articolo Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori.

Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro utilizzo.Per questi motivi, il Tribunale di Roma sentenza n. La mala gestio del conto corrente condominiale. I fatti. Tale emergenza inoltre aveva reso necessario la costituzione di un fondo cassa straordinario per pagare i fornitori. I convenuti inoltre, secondo il Condominio, non avrebbero restituito gli avanzi di cassa alla fine del loro mandato. Si applica la disciplina del mandatario.

L'espressione utilizzata in sentenza fotografa bene la situazione. La carenza documentale non consente nemmeno di verificare i rapporti di dare-avere fra le parti, in particolare di verificare se i convenuti, cessati dalla carica, abbiano restituito l'avanzo di cassa ove sussistente.

Quando scatta la revoca dell'amministratore di condominio. Il passaggio di consegne vale come confessione stragiudiziale dei fatti dichiarati.

Riconoscimento che, secondo il Tribunale, integra una confessione stragiudiziale dei fatti ivi dichiarati, in particolare dell'obbligo di restituzione di detto importo da parte dell'amministratore uscente. Nel caso di specie, risulta riscontrato dalle suddette dichiarazioni che il "secondo amministratore" ha ricevuto il suddetto importo in contanti dal "primo amministratore". Danni da mala gestio contabile. In ordine alla domanda risarcitoria, il giudice ha dichiarato inammissibile quella relativa ai danni non patrimoniali, in quanto proposta tardivamente.

Sentenza inedita Scarica Tribunale di Roma n. Cerca: confusione contabile. Ancora adesso molti amministratori di condominio evitano la redazione del rendiconto secondo il criterio di cassa. Per essere soddisfatti, bene ha fatto il condominio presumo unito nella circostanza di aver dovuto procedere in tal senso. Ma cosa succede se la maggioranza per non dire quasi tutti i contenuti non vogliono proseguire nel cammino per avere riconosciuto una Sacro Santa Giustizia?

Inoltre statisticamente ci sono poche condanne di vario genere nei confronti dei mandatari, bisognerebbe stimolare i condomini magari facendo molta informazione e far capire il funzionamento del sistema condominiale. Notificami via email i nuovi commenti. Formazione amministratori, le risposte ai quesiti. Il 3 marzo il quotidiano ha pubblicato un'intervista al Sottosegretario alla Giustizia dott.

I terremoti in America: perché ammodernare le infrastrutture

Cosimo Maria Ferri sul tema della formazione. Seleziona provincia. La mala gestio del conto corrente condominiale I fatti. Quando scatta la revoca dell'amministratore di condominio Il passaggio di consegne vale come confessione stragiudiziale dei fatti dichiarati. Dello stesso argomento Decine di migliaia di chilometri di strade e autostrade; circa Un patrimonio vastissimo sottoposto al rischio sismico, soprattutto in alcune aree del Paese.

La decisione spetta generalmente al governo di ogni stato e ai rispettivi proprietari delle stesse infrastrutture. Oltre al caso della California, il tema riguarda gran parte del territorio statunitense. Recentemente la Seismological Society of America ha ribadito che milioni di cittadini americani di 48 stati vivono sotto la minaccia di un terremoto.

I ponti sono determinanti per la risposta del sistema autostradale alle sollecitazioni sismiche, e gli standard antisismici sui ponti sono stati introdotti solo dal Sempre la ASCE indica che, per sostenere il sistema infrastrutturale, entro il sarebbe necessario un investimento di 3.

Ammodernare le strutture o costruirne di nuove, oltre a mettere al sicuro la vita di milioni di cittadini, avrebbe anche un impatto sul lavoro. In particolare — sottolinea lo Studio — gran parte di questa popolazione lavorativa sta invecchiando e quasi 3 milioni di lavoratori dovranno essere rimpiazzati nel prossimo decennio.

Di conseguenza, un massiccio programma di interventi sul sistema infrastrutturale federale accelererebbe questo cambiamento, contribuendo ad un ulteriore aumento della forza lavoro. Articolo precedente Una metro per la Grande Parigi.Sin dal 26 settembre la protezione civile regionale e i vigili del fuoco delle Azzorre si sono preparati al passaggio dell'uragano.

I danni maggiori si sono poi verificati in zone particolarmente esposte al vento e alle onde, soprattutto nei porti. Vi sono state anche interruzioni delle reti idriche, energetiche e di comunicazione. Di conseguenza i privati, le imprese, la pesca, l'agricoltura e il turismo hanno registrato perdite.

Il fenomeno, caratterizzato da precipitazioni torrenziali che hanno provocato alluvioni, ha raggiunto il suo apice tra il 12 e il 16 settembre e ha colpito violentemente vaste aree delle regioni di Valencia, Murcia, Castilla-La Mancia e Andalusia. A seguito di una richiesta della Commissione, informazioni supplementari a integrazione della domanda sono state presentate il 18 dicembre e il 29 gennaio Migliaia di persone hanno dovuto essere evacuate dalle loro abitazioni e sistemate in alloggi d'emergenza.

La depressione isolata ad alti livelli ha comportato gravi ripercussioni sulle condizioni di vita della popolazione nelle zone colpite e causato ingenti danni materiali a beni privati e pubblici. Le infrastrutture stradali, ferroviarie e aeroportuali sono state danneggiate e i servizi hanno dovuto essere sospesi.

Avviate procedure per il risarcimento danni dopo la nevicata del 2017 e la frana di Stigliano

L'erosione ha provocato danni alle reti idriche, alle infrastrutture di protezione e all'ambiente. Analogamente, le spiagge sono state erose e le infrastrutture costiere hanno subito danni. I risultati sono stati esaminati nella seconda fase e approvati dal Consiglio nazionale per la protezione civile.

I nuovi piani sono previsti per il dicembre Durante la fine di ottobre e il mese di novembre una serie di eventi metereologici estremi connessi tra loro ha colpito gran parte del territorio italiano, da nord a sud, causando gravi danni dovuti ad allagamenti e frane e culminando nell'alluvione a Venezia.

La catastrofe ha provocato in particolare gravi interruzioni della rete stradale a livello statale, regionale, provinciale e comunale a causa di frane e cadute di alberi, lasciando isolata una serie di comuni montani e costieri. Nella maggior parte delle regioni hanno avuto luogo interruzioni delle reti fluviali, smottamenti dei pendii, frane e alluvioni.

Protezione Civile

Le scuole sono state chiuse e altri servizi pubblici sono stati interrotti. In quasi tutte le regioni sono stati segnalati allagamenti di edifici pubblici e privati.

L'agricoltura ha registrato perdite ingenti, con danni diretti alle strutture agricole serre, macchinari. Gli impianti di trattamento delle reti fognarie sono stati bloccati. Le reti elettriche e del gas sono state interrotte. L'allagamento di 75 chiese storiche ha provocato danni strutturali e ha deteriorato gli arredi e un vasto patrimonio archivistico. Anche il sistema di trasporto per vie d'acqua interne di Venezia ha subito danni a numerose strutture di sbarco, traghetti e motoscafi. Sono state inoltre danneggiate le apparecchiature elettriche ed elettroniche.

In Piemonte la catastrofe ha colpito oltre comuni. In Liguria ha provocato alluvioni, cedimenti del terreno e frane, danneggiando in particolare il sistema viario. Le tempeste hanno causato anche danni considerevoli alle opere di difesa costiera, tra cui la quasi completa distruzione della duna artificiale finalizzata alla protezione della costa.

Nelle zone collinari e montane si sono verificate erosioni del suolo e frane che hanno avuto gravi ripercussioni sulla rete viaria.

La quota preponderante dei costi ammissibili oltre milioni di EUR riguarda le spese sostenute per il ripristino delle infrastrutture di prevenzione e la tutela del patrimonio culturale. Tra l'11 e il 23 novembre ha subito gravi inondazioni la parte sudoccidentale dell'Austria, in particolare la Carinzia e il Tirolo orientale.

Gli eventi sono stati innescati dalle stesse condizioni metereologiche che hanno determinato il verificarsi di una catastrofe grave in Italia. I fenomeni metereologici estremi hanno causato danni considerevoli a infrastrutture pubbliche essenziali, abitazioni private, imprese e foreste.